Shabbàt

Il giorno che dà senso a tutti gli altri

Rabbinato centrale Milano

Fonti

Lo shabbàt nel Talmud

Tratto da “Il Talmud – A cura di Abraham Cohen”, Laterza 1999

Talmud_Commentary

Forse l’esempio più significativo del modo in cui i Dottori svilupparono un comandamento della Bibbia, è quello fornito dal Shabbath. Mentre la Scrittura formula semplicemente la legge generale che nessuna specie di lavoro si può compiere in quel giorno, un intero trattato talmudico è consacrato allo studio di ciò che costituisce o meno una violazione del Shabbath.

Leggi tutto ›

1. Torà

Tratto da “Shabbath – A cura di Augusto Segre”, Ucei 1972

Tora

Il cielo e la terra e tutto il loro esercito erano ormai completi. Nel settimo giorno Dio aveva completato l’opera Sua che aveva fatto, così nel settimo giorno cessò da tutta la Sua opera che aveva compiuto. Dio benedisse il settimo giorno e lo santificò, poiché in esso aveva cessato da tutta la Sua opera che Egli stesso aveva creato per poi elaborarla. (Genesi, Il, 1-3)

Leggi tutto ›

2. Tanàkh

Tratto da “Shabbath – A cura di Augusto Segre”, Ucei 1972

Tanakh

Chiamò poi suo marito e gli disse: «Mandami un servo e un’asina perché voglio fare una corsa fino dall’uomo di Dio, e poi ritornerò». Egli le disse: «Perché tu vai da lui oggi? Non è novilunio né sabato». (Il Re, IV, 22-23)

E comandò ad essi dicendo: «Ecco quello che dovete fare: un terzo di voi che entra in servizio il sabato starà di guardia alla casa del re, un altro terzo alla porta di Sur e infine un altro terzo alla porta dei cursori e farete la guardia alla casa allontanando ogni estraneo. Queste ultime due squadre fra voi, tutti quelli che escono di servizio il sabato, faranno la guardia al Tempio de Signore presso il re. (Il Re, XI, 5-7)

Leggi tutto ›

3. Apocrifi

Tratto da “Shabbath – A cura di Augusto Segre”, Ucei 1972

Apocrifi

«E fu annunziato agli uomini del re e alle truppe che stavano a Gerusalemme, nella città di Davide, che degli uomini, trasgredendo gli ordini del re, erano scesi nei nascondigli del deserto. Dietro a loro corsero molti, li raggiunsero e schierandosi contro di loro, si prepararono alla battaglia in giorno di Sabato. E dissero loro: «Adesso basta, uscite fate secondo l’ordine del re ed avrete salva la vita». Ma quelli risposero: «Non usciremo e non eseguiremo l’ordine del re, profanando il giorno del Sabato ». Quelli attaccarono immediatamente battaglia e questi non risposero loro, né lanciarono pietre contro di essi, né sbarrarono i nascondigli dicendo: «Moriremo tutti nella nostra integrità. Ci sono testimoni il cielo e la terra che ci fate morire ingiustamente». Così si levarono alla battaglia e morirono essi, le loro mogli, i loro figli e ii loro bestiame, circa mille vite umane.

Leggi tutto ›

4. Midràsh

Tratto da “Shabbath – A cura di Augusto Segre”, Ucei 1972

Midrash

«Affinché conosciate che Io sono l’Eterno che vi santifica» (Esodo XXXI, 13): Disse il Signore a Mosè: «Tra i miei tesori ho un magnifico regalo, che si chiama « Sabato » e desidero darlo a Israele, va e comunica loro questa notizia». (Shabbath, 10; Bezà 16).

Leggi tutto ›