Shabbàt

Il giorno che dà senso a tutti gli altri

Rabbinato centrale Milano
Parashòt

Pinechàs 5768

“Opponiti ai midianiti e distruggili… poiché essi sono stati ostili a voi con inganni…” (Bemidbàr 25, 17-18). Lo Tzaddìk Rabbì Elimelech di Lizansk commentando questi versi afferma che la grande malvagità dei midianiti consisteva nell’aver traviato i figli d’Israele, avendo instillato in loro pensieri impuri e di trasgressione con la conseguenza di un comportamento traviato dai principi della Torà. Come è scritto: “Perché essi vi hanno molestato con le loro astute vicende e vi hanno usato…”. Nel Talmùd (Yomà 29a) è scritto: “I cattivi pensieri che portano alla trasgressione sono peggiori della trasgressione stessa” e questo principio è valido in ogni luogo e in ogni generazione. Da ciò c’insegnano i Maestri, che quando un uomo pecca o commette un’azione malvagia egli può ripararla facendo teshuvà. Ma quando si instillano in esso pensieri che lo deviano dai valori e dai principi della Torà è molto più difficile riparare.

Condividi:

«

»